Carrello
Wishlist
account
Disponibile Non disponibile

Sminuzza-peperoncino Piccantino

Piccantino JHT02

€ 17,00

(spese di spedizione non incluse)

Designer LPWK, Jim Hannon-Tan
Qt.

Per i palati più piccanti…

JHT02

Sminuzza-peperoncino in gomma siliconica, rosso e acciaio inossidabile 18/10 lucido.

Diametro (cm):  3.00
Altezza (cm):  9.00

Piccantino è disegnato da Jim Hannon-Tan. Questo accessorio per la cucina e la tavola, riporta alla memoria il cornetto portafortuna napoletano, il noto peperoncino rosso, e unisce in un delicato design biologico due sensorialità molto diverse: la tenera morbidezza della gomma trasparente e la dura eleganza dell’acciaio lucido. Piccantino nasce per risolvere il problema del contatto diretto con il peperoncino, irritante per pelle e mucose. Esercitando infatti una lieve pressione sul contenitore in gomma, si può sminuzzare il peperoncino senza che le dita entrino in contatto. Può essere un regalo, un piccolo oggetto d’uso prezioso per gli intenditori della cucina piccante… e come il peperoncino: sta un po’ dappertutto.

Hai bisogno di qualche sostituzione?

Vedi tutti i pezzi di ricambio
LPWK

The Designer

LPWK

Laura Polinoro, nata Bergamo, si è laureata in arte e comunicazione al DAMS di Bologna. Inizialmente ha lavorato nella danza contemporanea occupandosi di coordinamento artistico, costumi e scenografie. Successivamente ha svolto attività di ricercatrice presso la Domus Academy di Milano. Dal 1990 al ‘98 è responsabile del Centro Studi Alessi, per il quale è stata metaprogettista e art director, coordinando i workshop svolti sia all'interno dell' azienda che in collaborazione con numerose università e centri di design in tutto il mondo e sviluppando numerose attività editoriali e di comunicazione. I prodotti entrati in produzione in questo periodo sono identificati con la sigla “CSA”. Dal 2004 i prodotti da lei coordinati sono identificati con la sigla "LPWK".

Jim Hannon-Tan

The Designer

Jim Hannon-Tan

Nato a Santiago de Compostela, in Spagna nel 1975 e cresciuto in Australia. Jim vive a Milano dal 2001 e ha collaborato con Stefano Giovannoni, Sebastian Bergne, Jozeph Forakis e George J Sowden. Trova ispirazione nelle nuove tecnologie e nelle incomprensioni culturali.